Convivio (III, vii, 1-17)

(1) Commendata questa donna comunemente sì secondo l'anima come secondo lo corpo, io procedo a commendare lei spezialmente secondo l'anima; e prima la commendo secondo che 'l suo bene è grande in sé, poi la commendo secondo che 'l suo bene è grande in altrui e utile al mondo. E comincia questa parte seconda quando dico:
Di costei si può dire.
(1) Having praised this lady in a general way with respect to her soul as well as her body, I proceed to praise her in particular with respect to her soul, and first I praise her according as her goodness is great in itself, and then I praise her according as her goodness is great in affecting others and in bringing benefit to the world. This second part begins where I say: Of her it can be said.
(2) Dunque dico prima:
In lei discende la vertù divina.
Ove è da sapere che la divina bontade in tutte le cose discende, e altrimenti essere non potrebbero; ma avegna che questa bontade si mova da simplicissimo principio, diversamente si riceve, secondo più e meno, dalle cose riceventi. Onde scritto è nel libro delle Cagioni: «La prima bontade manda le sue bontadi sopra le cose con uno discorrimento».
(2) So first I say: Into her descends celestial power. Here we should know that the divine goodness descends into all things, for otherwise they could not exist. But although this goodness springs from the simplest principle, it is received diversely, in greater or lesser measure, by those things which receive it. Thus it is written in the book Of Causes: "The primal goodness makes his goodnesses flow upon all things with a single flowing."
(3) Veramente ciascuna cosa riceve da quello discorrimento secondo lo modo della sua vertù e dello suo essere. E di ciò sensibile essemplo avere potemo dal sole: vedemo la luce del sole, la quale è una, da uno fonte derivata, diversamente dalle corpora essere ricevuta, sì come dice Alberto in quello libro che fa dello Intelletto: ché certi corpi, per molta chiaritade di diafano avere in sé mista, tosto che 'l sole li vede, diventano tanto luminosi, che per multiplicamento di luce in quelli è lo loro aspetto [vincente], e rendono alli altri di sé grande splendore, sì come è l'oro e alcuna pietra. (3) Each thing indeed receives of this flowing forth according to the measure of its virtue and of its being, and we find visible evidence of this in the Sun. We see the Sun's light, derived from one source, received diversely by diverse bodies, as Albert says in his book On the Intellect. For certain bodies, because of the high degree of transparent clearness instilled within them, become so luminous as soon as the sun sees them that by multiplying the light within themselves and in their aspect they cast forth a great splendor upon other bodies, as do gold and other stones.
(4) Certi sono che, per essere del tutto diafani, non solamente ricevono la luce ma quella non impediscono, anzi rendono lei del loro colore colorata nell'altre cose. E certi sono tanto vincenti nella purità del diafano, che divegnono sì raggianti, che vincono l'armonia dell'occhio e non si lasciano vedere sanza fatica del viso, sì come sono li specchi. Certi altri sono tanto sanza diafano, che quasi poco della luce ricevono, com'è la terra. (4) There are others which, because they are entirely transparent, not only receive the light but do not impede it, and rather transmit it to other things, colored with their own color. And there are others so surpassing in the purity of their transparency as to become so radiant that they overwhelm the eye's equilibrium and cannot be looked upon without their causing discomfort to one's eyesight, as is the case with mirrors. Still others are so lacking in transparency that they receive scarcely any light at all, as is the case with the earth.
(5) Così la bontà di Dio è ricevuta altrimenti dalle sustanze separate, cioè dalli Angeli, che sono sanza grossezza di materia, quasi diafani per la purità della loro forma; e altrimenti dall'anima umana, che, avegna che da una parte sia da materia libera, da un'altra è impedita, sì com'è l'uomo ch'è tutto nell'acqua fuor del capo, del quale non si può dire che tutto sia nell'acqua né tutto fuor da quella; e altrimenti dalli animali, la cui anima tutta in materia è compresa, ma, tanto dico, alquanto [è] nobilitata; e altrimenti dalle piante, e altrimenti dalle minere, e altrimenti dalla terra che dalli altri, però che è materialissima, e però remotissima e improporzionalissima alla prima simplicissima e nobilissima vertute che sola è intellettuale, cioè Dio. (5) Thus God's goodness is received in one way by the separate substances (that is, by the Angels), who have no material dimension and are, as it were, transparent by virtue of the purity of their form; and in another way by the human soul, which is partly free from matter and partly impeded by it, like a man who is entirely in the water except for his head, of whom it cannot be said that he is entirely in the water or entirely out of it; and in another by the animals, whose souls are entirely confined to matter, but are nevertheless somewhat ennobled; and in another by the plants; and in another by the minerals; and by the earth in a way different from that of the other elements, because it is the most material, and therefore the most remote from and the most out of proportion with the first, most simple, and most noble virtue, which alone is intellectual, namely, God.
(6) E avegna che posti siano qui gradi generali, nondimeno si possono porre gradi singulari: cioè che quella riceve, dell'anime umane, altrimenti una che un'altra. E però che [nel]l'ordine intellettuale dell'universo si sale e discende per gradi quasi continui dalla infima forma all'altissima [e dall'altissima] alla infima, sì come vedemo nell'ordine sensibile; e tra l'angelica natura, che è cosa intellettuale, e l'anima umana non sia grado alcuno, ma sia quasi l'uno all'altro continuo per li ordini delli gradi; e tra l'anima umana e l'anima più perfetta delli bruti animali ancor mezzo alcuno non sia; e noi veggiamo molti uomini tanto vili e di sì bassa condizione, che quasi non pare [loro] essere altro che bestia: e così è da porre e da credere fermamente che sia alcuno tanto nobile e di sì alta condizione che quasi non sia altro che angelo. (6) Although only the general gradations are set down here, we could nevertheless set down the particular gradations: that is, that among human souls one receives goodness differently from another. And since in the intellectual order of the universe the ascent and descent are almost by continuous gradations from the lowest form to the highest and from the highest to the lowest, as we see in the order of beings capable of sensation; and since between the angelic nature, which is intellectual being, and the human nature there is no gradation but rather the one is, as it were, continuous with the other by the order of gradation; and since between the human soul and the most perfect soul of the brute animals there is also no intermediary gradation, so it is that we see many men so vile and in such a state of baseness that they seem to be almost nothing but beasts. Consequently it must be stated and firmly believed that there are some so noble and so lofty in nature that they are almost nothing but angels,
(7) Altrimenti non si continuerebbe l'umana spezie da ogni parte, che essere non può. E questi cotali chiama Aristotile, nel settimo dell'Etica, divini; e cotale dico io che è questa donna, sì che la divina virtude, a guisa che discende nell'angelo, discende in lei. (7) for otherwise the human species would not be continuous in both directions, which is impossible. Beings like these Aristotle, in the seventh book of the Ethics, calls divine, and such, I say, is this lady, for the divine virtue descends into her just as it descends into an angel.
(8) Poi quando dico:
E qual donna gentil questo non crede,
pruovo questo per la esperienza che aver di lei si può in quelle operazioni che sono propie dell'anima razionale, dove la divina luce più espeditamente raggia; cioè nel parlare e nelli atti che reggimenti e portamenti sogliono essere chiamati. Onde è da sapere che solamente l'uomo intra li animali parla, ed ha reggimenti ed atti che si dicono razionali, però che solo elli ha in sé ragione.
(8) Then when I say: And if some gentle lady disbelieves this, I substantiate this by the experience that may be had of her in those operations that are proper to the rational soul, into which the divine light radiates most freely: that is, in speech and in those gestures which are customarily called bearing and conduct. Here we should know that among the animals man alone speaks and has conduct and gestures which are called rational, because he alone has reason within himself.
(9) E se alcuno volesse dire contra, dicendo che alcuno uccello parli, sì come pare di certi, massimamente della gazza e del pappagallo, e che alcuna bestia fa atti o vero reggimenti, sì come pare della scimia e d'alcuna altra, rispondo che non è vero che parlino né che abbiano reggimenti, però che non hanno ragione, dalla quale queste cose convegnono procedere; né è in loro lo principio di queste operazioni, né conoscono che sia ciò, né intendono per quello alcuna cosa significare, ma solo quello che veggiono e odono ripresentare. (9) If anyone were to speak to the contrary by claiming that certain birds speak, as seems true of some, especially the magpie and the parrot, and that certain beasts perform gestures or possess bearing, as seems the case with the ape and some others, I reply that it is not true that they speak or that they possess bearing because they do not possess reason, from which these things must necessarily proceed; nor is the principle of these operations within them, nor do they know what they are, nor do they intend to signify anything by them, but rather only reproduce what they see and hear.
(10) Onde, sì come la imagine delle corpora in alcuno corpo lucido si rappresenta, sì come nello specchio, così la imagine [................ E sì come la imagine] corporale che lo specchio dimostra non è vera, così la imagine della ragione, cioè li atti e lo parlare che l'anima bruta ripresenta o vero dimostra, non è vera. (10) Hence just as an image of bodies is reproduced in some shining body, as for instance in a mirror, and hence the corporeal image which the mirror displays is not real, so the image of reason, namely the gestures and speech which the brute animal reproduces or displays, is not real.
(11) Dico che "qual donna gentile non crede quello ch'io dico, che vada con lei, e miri li suoi atti" - non dico quale uomo, però che più onestamente per le donne [di donna] si prende esperienza che per l'uomo -; e dico quello che di lei con lei sentirà, dicendo quello che fa lo suo parlare, e che fanno li suoi reggimenti. (11) I say that "if some gentle lady disbelieves what I say let her walk with her and mark her gestures"--I do not say "any man," because experience can be acquired more decorously from the example of women than from that of men--and I tell what she will hear concerning her, by describing the effect of her speech and the effect of her bearing.
(12) Ché 'l suo parlare, per l'altezza e per la dolcezza sua, genera nella mente di chi l'ode uno pensiero d'amore, lo quale io chiamo spirito celestiale, però che là su è lo suo principio e di là su viene la sua sentenza, sì come di sopra è narrato: del qual pensiero si procede in ferma oppinione che questa sia miraculosa donna di vertude. (12) For her speech, by its loftiness and its sweetness, engenders in the mind of him who hears it a thought of love, which I call a celestial spirit because its origin is from above and from above comes its meaning, as has already been related, from which thought proceeds the firm conviction that this is a miraculous lady of virtue.
(13) E suoi atti, per la loro soavitade e per la loro misura, fanno amore disvegliare e risentire là dovunque è della sua potenza seminata per buona natura. La quale natura[l] semenza si fa come nel seguente trattato si mostr[er]à. (13) And her gestures, by their sweetness and their gracefulness, cause love to awaken and be felt wherever some part of its power is sown in a good nature. This natural sowing is performed as is shown in the following book.
(14) Poi quando dico:
Di costei si può dire,
intendo narrare come la bontà e la vertù della sua anima è alli altri buona e utile. E prima, com'ella è utile all'altre donne, dicendo:
Gentile è in donna ciò che in lei si trova:
dove manifesto essemplo rendo alle donne, nel quale mirando possano [sé] fare parere gentili, quello seguitando.
(14) Then when I say: Of her it can be said, I mean to describe how the goodness and the virtue of her soul are good and of benefit to others, and first how she is of benefit to other ladies, adding, Gentle is in woman what is found in her, where I present a manifest example to women, by gazing upon which they may make themselves, by following it, appear gentle.
(15) Secondamente narro come ella è utile a tutte le genti, dicendo che l'aspetto suo aiuta la nostra fede, la quale più che tutte l'altre cose è utile a tutta l'umana generazione, sì come quella per la quale campiamo da etternale morte e acquistiamo etternale vita. (15) Secondly, I relate how she is of benefit to all people, saying that her countenance aids our faith, which more than any other thing is of benefit to the human race, since it is that by which we escape eternal death and gain eternal life.
(16) E la nostra fede aiuta: però che, con ciò sia cosa che principalissimo fondamento della fede nostra siano [li] miracoli fatti per colui che fu crucifisso - lo quale creò la nostra ragione, e volse che fosse minore del suo potere -, e fatti poi nel nome suo per li santi suoi; e molti siano sì ostinati che di quelli miracoli per alcuna nebbia siano dubiosi, e non possano credere miracolo alcuno sanza visibilemente avere di ciò esperienza; e questa donna sia una cosa visibilemente miraculosa, della quale li occhi delli uomini cotidianamente possono esperienza avere, [e]d a noi faccia possibili li altri; manifesto è che questa donna col suo mirabile aspetto la nostra fede aiuta. (16) It helps our faith, for since the principal foundation of our faith consists of the miracles performed by him who was crucified--who created our reason and willed it to be less than his power--and performed later in his name by his saints; and since many are so stubborn that they are doubtful of these miracles, owing to their beclouded vision, and cannot believe in any miracle without having visible proof of it, and since this lady is visibly a miraculous thing, of which the eyes of men may have daily proof, and which makes it possible for us to believe in the other miracles, it is evident that this lady, with her wonderful countenance, aids our faith.
(17) E però ultimamente dico che «da etterno», cioè etternalmente, «fu ordinata» nella mente di Dio in testimonio della fede a coloro che in questo tempo vivono. E così termina la seconda parte [della seconda principal parte] secondo la litterale sua sentenza. (17) Therefore I say, lastly, that "by eternity" (that is, eternally), she "was ordained" in the mind of God in testimony of the faith to those who live in these times. And so ends the second part of the second principal section according to the literal meaning.